Voglia di estate, essenzialità e… staccare la spina


Il detto comune vorrebbe che fossero le “pulizie di primavera” a rinnovare ambienti e… animi: per me invece è l’estate il momento più propizio per riordinare.

Sarà perché settembre è il mese in cui le attività riprendono e si ritorna agli impegni che lo considero un po’ come un vero inizio d’anno: per affrontarlo al meglio, mi piace prendermi un momento di pausa per fare il punto e mettere ordine.

La vita scorre più tranquilla in questo periodo e il silenzio dettato dal ritmo più lento permette di raccogliere le idee, favorendo una maggior concentrazione su quel che è davvero importante.

Per farlo inizio con lo staccare la spina, allontanandomi gradualmente dai vari dispositivi elettronici che riempiono di notifiche la vita quotidiana. Ridurre l’uso del PC, limitare l’uso del telefono prediligendo invece la lettura di riviste e di qualche buon libro mi aiuta a rifocalizzare quel che è davvero importante per la mia vita, i miei cari e anche per le sfide professionali.

Proprio come facciamo con i nostri spazi “mentali”, rimettere in ordine i propri spazi fisici, liberandosi di ciò che non occorre più, permette di lasciare scivolare via un “bagaglio” materiale e di sentirsi meglio.

Avete mai notato, infatti, che nonostante la fatica, dopo aver riordinato e fatto spazio in casa, ci si sente di buonumore? Mette in ordine tutto quello che si è accumulato nei mesi precedenti, che non serve più e che crea confusione, permette di vivere i propri ambienti con maggiore serenità.

Un’ occasione per vedere gli oggetti sotto una nuova luce. Un esempio pratico? Le riviste sono tra le prime ad accumularsi facilmente occupando spazio prezioso. Facendo ordine conservo solo i numeri che mi stanno a cuore oppure quelli che considero da collezione, ritagliando ciò che è davvero importante. Spesso quei ritagli di giornale diventano dei tasselli fondamentali nelle riunioni creative al ritorno dalle vacanze e finiscono con l’influenzare il processo creativo.

Anche per voi l’estate è un momento per fare “nuova” luce?

2 Commenti

Rossetto Aristide
Reply 2 agosto 2017

Davvero una bella manifestazione! Vi ho visto infatti, ho visto tutto ciò che molto intelligentemente averte proposto all'interno dello stand. Purtroppo i ns. mercati prevalentemente esteri ed il ns. principale Cliente gli altri costruttori, ci impongono di fare soltanto manifestazioni a carattere internazionale, ma la mia passione invece per tutto ciò che gravita attorno al mondo dell'arte bianca e della cucina in generale, mi aveva portato a presenziare a livello Personale all'evento. Ribadisco: bella e intellettualmente intelligente la Vs. proposta espositiva.. Complimenti. A presto rivederci, magari nella Vs. bella casa a Bovolenta in cui abbiamo già avuto il piacere di essere Ospiti in occasione della presentazione di un libro della Vs. Amica Csaba, che anche noi tanto ammiriamo per bravura e abilità, ma anche come Persona, che come Voi credo, ha dato tanto per poi raccogliere le giuste gratificazioni.
Aristide

    Chiara Rossetto
    Reply 7 agosto 2017

    Buon pomeriggio Aristide,
    grazie mille per i complimenti!
    Continui a seguire il mio blog e gli eventi che organizziamo a La Molinella!
    A presto...
    Chiara Rossetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati da *