Profumi e sapori di settembre


vellutate molino rossetto

 

Settembre, in cucina, è un mese speciale: si possono gustare gli ultimi strascichi di estate e assaggiare i primi sapori dell’autunno. È un mese che mi dà tanta ispirazione e in cui mi piace sperimentare abbinamenti nuovi per dare un tocco speciale alle mie ricette autunnali.

Settembre è il mese delle ultime verdure estive, come i cetrioli, i pomodori da sugo, i ravanelli e il tipico terzetto: zucchine, melanzane e peperoni che adoro preparare alla griglia. A queste, poi, si aggiungono i primi sapori autunnali con i finocchi, gli spinaci, la zucca e poi ancora funghi porcini, finferli, champignon.

Il passaggio tra una stagione e l’altra porta con sé tante idee golose, proprio come quelle che ho deciso di condividere con voi oggi. Sono tre vellutate facili da preparare e molto gustose, ottime per riscaldare l’aria frizzante di queste ultime serate estive.

 

Vellutata di zucca e patate

Prepararla è molto semplice ed è un ottimo modo per assaporare la zucca. Basta lasciar cuocere in una pentola dai bordi alti la zucca e le patate unite a del brodo vegetale. Una volta morbide, aggiungete sale e pepe e frullate tutto insieme a mezzo bicchiere di panna per ammorbidire. Mi piace servire questa crema con dell’erba cipollina o, se voglio un piatto un po’ più ricco, delle striscioline di pancetta scottata in padella.

 

Vellutata di funghi porcini

Un altro elemento simbolo dell’autunno sono i funghi. E in questa vellutata sono abbinati a porro e patate. Cucinate tutte le verdure nel brodo vegetale fino a quando sarà assorbito e poi frullate con un frullatore ad immersione. Se volete un composto più liscio, vi consiglio di passare la vellutata in un colino. Potete decorare questa crema con crostini e funghi cotti in pentola, per dare una nota croccante al piatto.

 

Vellutata verde

Questa crema è preparata con spinaci e biete, cotti insieme alle cipolle e al brodo vegetale. Con quest’ultimo state un po’ scarsi e piuttosto aggiungetene un po’ a fine cottura se vedete che la crema è troppo densa. Una volta aggiunto il brodo, unite anche dei ceci e fate cuocere il tutto a fuoco medio. Frullate fino ad ottenere un composto omogeneo e decorate con crostini. Per dare alla crema un tocco dolciastro, mi piace sostituire il pane tostato con dei cubetti di zucca al forno, da provare!

 

Queste tre vellutate sono una vera bontà e difficilmente vi faranno rimpiangere i colorati piatti estivi. Provatele e se vi va, scrivetemi nei commenti quali sono le vostre ricette per le vellutate di settembre.

 

Il mio consiglio

Preparare una vellutata da zero è davvero facile ma talvolta abbiamo talmente tanta fretta che serve una soluzione ancora più veloce e semplice per gustare una buona crema di verdure. La soluzione è una buona vellutata Molino Rossetto, preparata con deliziose verdure bio certificate. Le mie preferite, sono la vellutata di cannellini e barbabietola rossa, per un piatto super colorato, e la vellutata di lenticchie, zenzero e alloro: una reinterpretazione di una ricetta classica come la crema di lenticchie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati da *