Viaggiare con la mente: i miei libri per l’estate


Per alcune di voi si starà avvicinando il momento di partire per le vacanze, per molte di noi invece si tratterà di portare ancora un po’ di pazienza. Quest’anno è stato molto intenso e ricco di stimoli e devo ammettere che non vedo l’ora di ritagliarmi qualche giorno per staccare dalla routine, per trovare nuove energie e tornare rigenerata dopo la pausa estiva.

Sono molto fortunata: il mio lavoro è una costante fonte di ispirazione, grazie alle tante persone che incontro in situazioni e contesti spesso molto diversi. Un ottimo modo per stimolare la mia creatività, che a volte però può risultare un po’ stancante. Proprio per questo d’estate ho voglia di maggiore tranquillità, di ritmi più lenti e indulgenti e… di un buon libro.

Durante i primi mesi dell’anno, in cui il ritmo della vita quotidiana scorre a volte troppo frenetico, mi ritaglio il tempo per rimanere sempre aggiornata leggendo quotidiani e settimanali. Inoltre, cerco sempre di attingere a letture più “professionali”, tra cui molti libri di cucina e approfondimenti di settore per i miei progetti.

In estate cerco invece letture più leggere, che mi rilassino anche quando i ritmi lavorativi sono ancora sostenuti. Prima che arrivi il tanto sospirato momento in cui tutto “si ferma”, almeno all’apparenza, manca ancora un pochino. Per iniziare da subito a godermi l’estate e pregustare le vacanze che arriveranno tra un paio di mesi, ho deciso di condividere con voi le letture che porterò con me.

Ecco i miei 3 libri per iniziare a viaggiare… con la mente.

Storie della buonanotte per bambine ribelli di Francesca Cavallo ed Elena Favilli

Il libro rivelazione di quest’anno, che racconta le bambine e le donne più “ribelli” di tutto il mondo, con un solo invito: sognare più in grande, puntare più in alto, lottare con più energia. Un libro leggero, che cela un messaggio “importante” con molta delicatezza.

Ritratto di signora di Henry James

Un grande classico, che ogni tanto amo ripescare dal cassetto per calarmi nelle magiche atmosfere di altri tempi. Quale periodo migliore di quello estivo per sognare l’eleganza e i valori del passato?

L’arte del ricevere di Vincent Lemain e Michel Lerouet

Vincent Lemain e Michel Lerouet, rispettivamente chef pasticciere e chef des cuisines della Maison, presentano i loro menu perfetti per essere eleganti in ogni occasione, dalla colazione all’after dinner, offrendo preziosi consigli nell’arte del ricevere dal sapore tutto francese.

Anche se non si è in qualche luogo esotico, la vita sa essere molto dolce quando assecondiamo il lento e rilassato ritmo estivo.

Voi, cosa leggerete quest’estate?

4 Commenti

Grégoire Kaufman
Reply 20 giugno 2017

Che bel programma di lettura, anche diversita di pensieri e sogni.
Il mio elenco per l'estate riguarda :
Gli Scorta da Laurent Gaudé
Les detectives sauvages da Roberto Bolano
L'éducation sentimentale da Gustave Flaubert
Fates and furies da Lauren Groff
Réparer les vivants da Maylis de Kerangal

Doriana Dalla Rosa
Reply 22 giugno 2017

Ogni anno per le vacanze anch'io ho dei buoni propositi di lettura, ma ammetto che quasi mai riesco a rispettarli mentre mi è più facile approfondire la lettura dei quotidiani/settimanali. Qualche spunto però mi arriva dai suggerimenti letti: ho già ordinato su internet " L'arte del ricevere" e "Gli Scorta", ma cercherò di leggere o rileggere anche gli altri titoli proposti, classici compresi.

    Chiara Rossetto
    Reply 23 giugno 2017

    Ciao Doriana, è bello riuscire a concedersi del tempo per dedicarsi alla lettura e coccolarsi un po'. Spero quest'estate tu riesca a goderti questi libri e che siano di tuo gradimento. Buona estate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati da *