La nostra storia tra tradizione, passione e innovazione


chiara rossetto borsa milano

È stato un fine settimana ricco di soddisfazioni, quello appena trascorso. Molino Rossetto, infatti, ha ricevuto un nuovo riconoscimento ed io non potrei esserne più soddisfatta.

Il nostro Molino è stato inserito nella classifica “L’Italia che genera futuro” redatta dal Centro Studi ItalyPost in collaborazione con l’Economia del Corriere della Sera. Sono state solo 500 le aziende italiane inserite in questa lista, scelte per la loro capacità di crescita dimostrata negli ultimi 6 anni.

Venerdì 16 marzo si è tenuto, presso Palazzo Mezzanotte alla Borsa di Milano, l’evento che ha celebrato tutti i grandi nomi del mondo manifatturiero e alimentare italiano. Sono state raccontate alcune storie delle piccole e medie imprese, come Molino Rossetto, che ogni giorno si impegnano a portare la cura e lo stile del Made in Italy, in Italia e nel mondo.

 

Era il lontano 1760, siamo nel pieno illuminismo asburgico a Milano, mentre tra Vicenza e Padova regnava la Serenissima Repubblica di Venezia, e Angelo Rossetto, figlio di Sebastiano, sulle rive del Brenta macinava la farina nel suo molino.

Sicuramente, non avrebbe mai immaginato i traguardi che avrebbe raggiunto il suo piccolo Molino. Un bene semplice, come la farina, non è sempre è facile immaginarelo come sinonimo di innovazione, dal momento che  siamo abituati ad associare questa parola alla tecnologia o ad altri settori.

 

Innovazione per noi significa creare nuovi prodotti, ma anche recuperare la tradizione, creare nuove soluzioni espositive e innovare utilizzando materiali eco-sostenibili, per la tutela e il rispetto dell’ambiente.

Con Molino Rossetto lavoriamo per proporre prodotti sempre nuovi e di alta qualità, con un occhio di riguardo al packaging. Innovare per noi significa anche trovare soluzioni che soddisfino i bisogni e le esigenze funzionali dei consumatori, un esempio lo sono i nostri cereali in cup. I nuovi stili di vita hanno modificato le abitudini alimentari, siamo sempre più fuori casa, quindi sempre più propensi ai prodotti ready-to-eat, ma anche a ciò che è sano, biologico e sostenibile.

Con meticolosa precisione viene realizzato ogni singolo pack, in modo quasi artigianale e con rifiniture manuali.

 

Innovazioni che devono avvenire e che ci piace raccontare, creando e mantenendo un dialogo diretto con i nostri consumatori.

La nostra prima innovazione è, infatti, proprio il dialogo: un dialogo che avviene ascoltando le loro richieste, instaurando con loro un rapporto diretto. Una comunicazione che si presenta anche sul pack: un pack parlante che racchiude tutte le informazioni. Da quelle relative alla sostenibilità, come l’utilizzo di carta FSC o imballi 100% riciclabili, a quelle relative al nostro impegno sociale, e quindi la collaborazione con Oxfam Italia; ma anche tante ricette, testate e provate dal nostro team di ricerca e sviluppo.

 

Occasioni come queste mi ricordano come sia importante l’impegno che ogni giorno le persone che lavorano al Molino dedicano a ciò che fanno: è proprio il valore delle persone che fa raggiungere all’azienda questi risultati. In azienda crediamo nel valore delle persone e in particolare nei giovani. Negli uffici l’età media è di trent’anni e collaboriamo con le Università perché crediamo nella formazione al fine di avere un team dinamico e sempre attento a quelle che sono le nuove tendenze.

Per questo motivo, non posso che ringraziare tutti coloro che mi aiutano ogni giorno a innovare e migliorare ciò che faccio e lavorano con passione per offrire a tutti voi prodotti di qualità sempre maggiore, che incontrino tutte le vostre esigenze.

La nostra passione e il nostro impegno sono le caratteristiche che ci guidano e ci spingono a migliorare ogni giorno per raggiungere risultati sempre più importanti e creare grandi progetti per il futuro.

chiara rossetto corriere milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati da *