“La donna che merito di essere”


la-mujer-oxfam

Sono stata invitata e ho partecipato con molto orgoglio, al Forum Internazionale “La Mujer Que Merezco”, cioè “la donna che merito di essere”. Un evento organizzato dal Consolato Generale dell’Ecuador a Milano, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Milano Bicocca e con la partecipazione speciale del Corpo consolare Latinoamericano e del Caribe. Un evento a cui sono stata invitata per portare la mia testimonianza, raccontare del mio viaggio in Ecuador e per ribadire quanto noi donne ci stiamo impegnando con passione per garantire una vita migliore ad altre donne, come noi.

Perché “la donna che merito di essere?” L’evento è stato organizzato il 25 novembre, che è la giornata internazionale contro la violenza di genere: sembra impossibile che nel 2016 una giornata del genere esista ancora, ma d’altra parte i segnali che siamo di fronte a una consapevolezza crescente rispetto a questo tema sono sempre più incoraggianti.

Vi ho raccontato in precedenza di come sono diventata testimonial Oxfam per il progetto #sfidolafame, iniziativa che mi ha portato a intraprendere il viaggio in Ecuador. Lì ho potuto vedere con i miei occhi la passione con cui giovani donne si impegnano nella coltivazione di amaranto e quinoa sostenibile per fare del bene alla Terra e per aiutarsi tra di loro.

Fare rete infatti è sempre più importante: che si tratti di micro imprenditrici dell’Ecuador o di professioniste italiane affermate, come quelle presenti all’evento, la strada comune è solo una. Aiutarsi per rendere le proprie voci, assieme, sempre più forti e credibili.

Dal viaggio in Ecuador ho raccolto tanti frammenti che ho catturato e trasportato sulle tele della mostra fotografica itinerante, che sono state esposte durante il forum a cui ho partecipato. Sono scatti che parlano di donne che cercano di garantire un futuro migliore per se stesse e per le loro famiglie e che lavorano per far crescere una comunità consapevole del potere femminile.

Quale miglior cornice per la mostra itinerante dell’evento, che è stato un momento di bellezza: giovani donne italiane, ecuadoriane ma anche di altre parti del mondo unite per cercare di trovare delle nuove strategie per combattere la violenza, non solo fisica ma anche psicologica, di genere delle donne e delle loro famiglie, concentrandosi nel percorso di crescita professionale.

È anche prendere parte a queste iniziative che fa di me “la donna che merito di essere”…

la-mujer-oxfam-2

3 Commenti

Emma
Reply 30 novembre 2016

La sua fabbrica sta rovinando la tranquillità del nostro quartiere. Nessuna barriera antirumore, nessun filtro per tutto l'inquinamento prodotto dall'andirivieni dei camion. Nessuna cura per la strada via san G. Battista dopo la caduta delle foglie degli aceri. Grazie per la sua noncuranza.

    Chiara Rossetto
    Reply 1 dicembre 2016

    Gentilissima Emma,
    La ringrazio per la segnalazione , mi farebbe piacere conoscerla di persona, dal messaggio non leggo il suo nome.
    Mi venga a trovare ne parliamo assieme.
    Cordiali saluti
    Chiara Rossetto

    Emma
    Reply 2 dicembre 2016

    La ringrazio per l'attenzione. Allora fissero` un appuntamento.
    Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati da *