Cucinare come forma di mindfulness


cucinare-forma-mindfulness

Cucinare è una delle attività che preferisco e che trovo più rilassanti. Trovo sia il modo perfetto per ritagliare del tempo per me stessa e per concentrarmi nel presente, senza preoccupazioni o stress. A volte, siamo talmente abituati a vedere la cucina come un luogo di passaggio, che pensare di spendere più di dieci minuti a preparare un piatto sembra quasi impossibile. Per questo motivo, oggi voglio parlarvi di cucina e motivazione e di come queste due attività possono convivere nello stesso momento grazie alla mindfulness.

 

Di mindfulness avrete forse già sentito parlare. Significa prestare attenzione al presente, sospendendo ogni giudizio e compiendo ogni azione con intenzione. Il campo dove, secondo me, è più semplice applicare questa filosofia è quello della cucina. Preparare un delizioso piatto, anche seguendo una ricetta semplice, può essere un vero piacere. Basterà concentrarsi sulle azioni da fare per raggiungere il completamento del piatto, senza lasciarsi andare a inutili distrazioni.

 

Ci vuole un po’ di pratica, ma dopo aver provato a dedicare un po’ di tempo per voi attraverso la cucina, saprete godere appieno di questo momento di pura concentrazione e relax. Il momento che preferisco per provare a cucinare seguendo le regole della mindfulness, è la domenica. L’ultimo giorno della settimana è spesso una giornata che inizia lentamente, senza fretta e che amo dedicare a prendere una pausa dallo stress di tutti i giorni.

 

Se volete provare anche voi, a praticare quello che in inglese viene chiamato mindful cooking, iniziate col prendervi un momento per concentrarvi sul presente. La preparazione del vostro pranzo o cena inizia con un bel respiro profondo, che liberi per bene la mente da ogni preoccupazione. Un’altra cosa che amo fare prima di iniziare a cucinare è preparare tutti gli strumenti che mi servono in ordine sul ripiano della cucina e fermarmi ad apprezzarne le forme e i colori. Poi, inizio a cucinare con calma e ogni tanto distolgo l’attenzione dalle pentole per notare la mia postura e liberare qualche contrattura involontaria delle spalle. Infine, raggiunto il momento dell’impiattamento, mi diverto a provare qualcosa di diverso e magari a creare dei mini set fotografici per scattare un’immagine da condividere con voi nel mio profilo Instagram. È un’attività che mi diverte, provateci anche voi!

 

Date una chance, quindi, a questo nuovo modo di cucinare. Resistete alla tentazione di compiere tutti i passaggi velocemente per dedicarvi ad un’altra attività e godetevi il presente. Saprete apprezzare ancor di più i deliziosi manicaretti che preparerete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati da *