Crackers di Amaranto


Oggi sappiamo che è molto importante seguire un’alimentazione sana, equilibrata e varia, per questo amo sperimentare in cucina ed utilizzare sempre diversi cereali nelle mie preparazioni. Questa volta ho deciso di preparare dei crackers, ideali come snack, sani e molto semplici da realizzare. Per rendere i crackers più rustici e saporiti ho scelto di utilizzare anche la farina di amaranto, uno pseudo cereale dalle molteplici proprietà nutrizionali.

La farina di amaranto è povera di grassi saturi e ricca di fibre, non contiene glutine ed è ideale per arricchire torte, biscotti, pani o, come nel mio caso, crackers. I crackers di amaranto sono ideali da preparare anche per un aperitivo, sono perfetti, ad esempio, in accompagnamento a dell’hummus di ceci.

Ingredienti
300 g di farina 0 Molino Rossetto + altra per la lavorazione
100 g di farina di amaranto Molino Rossetto
4 g di lievito di birra secco attivo Molino Rossetto
40 g di olio extravergine di oliva
220 g di acqua
1 cucchiaino di malto d’orzo
10 g di sale fino
Olio extravergine di oliva + acqua per spennellare

Procedimento
1) Ho sciolto il lievito di birra nell’acqua a temperatura ambiente insieme al malto d’orzo, lasciandolo riposare 5 minuti.
2) Ho versato le farine nella planetaria, aggiunto l’acqua con il lievito e amalgamato gli ingredienti con il gancio, infine ho aggiunto 40 g di olio ed il sale e ho azionato fino ad ottenere un impasto liscio e incordato. Io ho usato la planetaria, ma è un impasto molto semplice da realizzare e si può fare a mano. Ho formato una palla e l’ho posta a lievitare in una ciotola capiente unta con un cucchiaio di olio circa. Ho coperto la ciotola con della pellicola alimentare e ho lasciato lievitare l’impasto nel forno spento con la luce accesa; non è necessario lasciar lievitare l’impasto nel forno, ma scegliete un luogo al riparo da correnti d’aria e con una temperatura costante.
3) Ho lasciato lievitare l’impasto finché è raddoppiato (circa 3-4 ore) ma il tempo può variare in base a diversi fattori, come la temperatura.
4) Ho spolverizzato la spianatoia con della farina 0, vi ho versato l’impasto e l’ho diviso in piccole palline. Ho steso ogni pallina, infarinando leggermente la superficie, con un matterello, fino ad ottenere una sfoglia molto sottile.
Ho ritagliato i crackers con un tagliapasta e li ho posti in una teglia rivestita di carta forno.
Ho mescolato con una forchetta un paio di cucchiai di olio con un paio di cucchiai di acqua; ho bucherellato i crackers con i rebbi di una forchetta e li ho spennellati delicatamente con l’emulsione di acqua e olio.
Ho cotto i crackers nel forno preriscaldato a 200°C per circa 10 minuti, fino a doratura; vi consiglio di controllare la cottura perché i tempi possono cambiare in base al forno utilizzato. Li ho tolti subito dalla teglia e li ho fatti raffreddare completamente su una gratella.

Il mio consiglio
Per ottenere dei crackers dal sapore più deciso sostituite la farina 0 con quella di farro e aggiungete all’impasto qualche cucchiaio di semi di sesamo.

Crackers di Amaranto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati da *