Come organizzare un afternoon tea elegante


organizzare-afternoon-tea

L’afternoon tea, o il tè delle cinque, come viene chiamato nel nostro Paese, è una delle tradizioni più famose provenienti dall’Inghilterra. Si pensa che sin dal 1840, i nobili inglesi dedicassero parte del loro pomeriggio a sorseggiare tè caldo accompagnato da brioche e piccole torte di frutta, in compagnia dei loro amici. Quest’usanza aristocratica, con il tempo, è divenuta famosa in tutto il mondo e mi piace, ogni tanto, reinterpretarla secondo il mio gusto personale.

Se anche voi avete voglia di organizzare un afternoon tea tra amici, leggete i miei tre consigli per allestirne uno in piena regola.

Tavola, tazzine e decorazioni

Allestire un afternoon tea è piuttosto semplice: non c’è bisogno di un ricco servizio di piatti o di centrotavola opulenti. Le protagoniste sono le tazzine, magari decorate con semplici motivi floreali accompagnate da preziosi cucchiaini. Per mettere in risalto queste stoviglie, mi piace scegliere tovaglie bianche e alzatine dai colori pastello dove disporre deliziosi biscottini dalle più svariate forme come cuori, bon bon e ghirlande.
Dato che tazze, teiere e piattini già arricchiscono la tavola, al posto dei centritavola un’idea alternativa è quella di realizzare delle decorazioni floreali sospese facendo calare dal soffitto varie tipologie di fiori. Il risultato è una decorazione floreale temporanea molto semplice ma d’impatto.

L’importanza del tè

Il protagonista di un afternoon tea è, ovviamente, il tè. Spesso mi piace scovare miscele particolari e diverse dal classico tè nero per offrire ai miei ospiti qualcosa di diverso.
Tra i tè che preferisco ve ne sono tre che sono sempre molto apprezzati. Il primo è il tè Marrakech, un tè alla menta dal retrogusto fresco, molto diffuso in Marocco. Un secondo tè da provare è il Chai, il tè più consumato in India, che infonde, insieme tè nero, spezie, latte e dolcificante, ottimo sostituto anche del caffè. Infine, il Matcha, uno dei protagonisti della cerimonia del tè in Giappone, è una polvere verde che viene mescolata a dell’acqua calda fino ad ottenere una bevanda piuttosto densa.
Per scoprire sapori diversi dal classico tè nero, provate a cercare i negozi di tè ed infusi più vicini a voi e vedrete che resterete incantati dalla quantità e diversità delle tipologie disponibili.

Cosa preparare

Come già nell’800 avevano compreso, non si può sorseggiare del tè senza accompagnarlo a qualche stuzzichino dolce e salato. L’afternoon tea non è né un pranzo né una cena ma una ricca merenda, perciò non richiede pietanze elaborate ma tanti piccoli assaggi dolci e salati: come sandwich, pasticcini alla frutta e biscotti appena sfornati.
Se cercate una proposta dolce diversa dal solito, provate con dei marshmallow fatti in casa. La ricetta è semplice e possono essere aromatizzati con tanti sapori diversi. Quelli che preferisco sono i mashmallow al tè earl grey, che è un tè nero aromatizzato al bergamotto, perfetto per dare un gusto interessante a questi dolcetti.

Se non avete mai organizzato un afternoon tea, vi consiglio di provare, vestite metaforicamente i panni dei nobili inglesi e godetevi un momento di relax con chi preferite e poi raccontatemi nei commenti come è stato.

Il mio consiglio

Per realizzare i biscotti da riporre nelle alzate vi suggerisco di dare un’occhiata alle miscele in barattolo CUOREdi, sono molto facili da realizzare e il risultato è davvero delizioso.

Per allestire la tavola in perfetto stile inglese invece vi suggerisco i cucchiaini d’argento Un tocco Di Rossetto, eleganti e preziosi, sono un’ottima idea per accompagnare un delizioso momento come quello del tè pomeridiano o per fare un regalo a tema ai vostri ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati da *