Colazione con i cereali integrali


Molino Rossetto colazione cereali integrali

La colazione è il momento della giornata che preferisco: di solito mi alzo piuttosto in anticipo per avere tutto il tempo di prepararmi, magari fare qualche esercizio e soprattutto preparare una buona e ricca colazione. E quale ingrediente migliore, da usare come protagonista di questo momento della giornata, se non i cereali? Quelli che preferisco sono quelli integrali: gustati nello yogurt, in un porridge o utilizzati per preparare una buona barretta.

Visto il mio grande amore per questo ingrediente, ho deciso di fare un po’ di ricerca e raccontarvi perché fanno bene all’organismo e come mi piace assaporarli a colazione.

 

Un po’ di storia

I cereali integrali sono parte delle ricette italiane sin dai tempi dei Romani, tanto che è proprio dal latino che deriva il loro nome. Cereale, infatti, deriva dal nome della dea Cerere, protettrice dei raccolti e celebrata durante i periodi di mietitura di orzo e frumento, i cereali più diffusi nell’Antica Roma. Il termine cereali si usa per identificare tante tipologie di piante erbacee, della famiglia delle graminacee, che vengono coltivate in tutto il mondo. Tra le tipologie più diffuse vi sono: grano, riso e mais, ma ne esistono tantissime altre varietà, come orzo, avena, miglio, farro. Esistono persino quelli che vengono chiamati pseudocereali: grano saraceno, quinoa e amaranto, che botanicamente sono molto diversi dagli altri cereali ma ne condividono le proprietà.

A proposito di questo, sono una grande amante dei cereali non solo per la loro consistenza e sapore infondibili, ma soprattutto perché sono una vera riserva di sostanze utili all’organismo! I cereali integrali, infatti, sono ricchi di carboidrati, proteine, vitamine e sali minerali: tutte sostanze fondamentali per la nostra salute.

Ecco perché non posso proprio farne a meno: le mie colazioni non possono proprio rinunciare a questo delizioso ingrediente!

 

3 colazioni con i cereali integrali

Se volete provare anche voi ad integrare i cereali integrali nella vostra colazione, ecco tre idee buone e facili da preparare che voglio condividere con voi.

Il modo migliore per gustare i cereali integrali è unirli allo yogurt greco e aggiungere un cucchiaino di miele o della frutta fresca per completare il tutto. Per questa idea io uso l’orzo soffiato al miele e lo arricchisco con della frutta di stagione: è la colazione che preferisco soprattutto nei mesi più caldi ma a un po’ di yogurt fatico a rinunciare anche in autunno!

Per riscaldare le giornate più fredde, quello che preferisco è il porridge con la crusca d’avena: facilissimo da preparare. Faccio ammorbidire l’avena nel latte tiepido e poi la conservo in frigo per una notte, il mattino scaldo il composto e aggiungo della frutta secca: una ricetta da provare.

Infine, una terza idea da provare se avete un po’ di tempo, è quella di preparare delle barrette: buone a colazione ma che mi piace portare con me anche per uno spuntino di metà mattina. Le preparo unendo il grano duro Cappelli al miele con cioccolato fondente sciolto, granella di nocciole e farina di mandorle: mescolo il tutto e lascio rapprendere su una teglia da forno. Una volta duro, taglio in piccoli rettangoli.

 

I cereali integrali sono una vera bontà e degli alleati fondamentali per creare delle ricette sane ma sempre gustose e saporite.

E voi li gustate a colazione? Come vi piace prepararli?  Se vi va, lasciatemi le vostre idee nei commenti!

2 Commenti

Doriana
Reply 10 novembre 2018

Anch'io sono un'appassionata dei cereali per la prima colazione, pur alternandoli , ogni tanto, al pane con la marmellata fatta da me. Io li mangio di diverse varietà, abbinandoli allo yogurt, meglio se quello greco, aggiungendo una o due amarene sciroppate.
Bella l'idea del porridge.

    Chiara Rossetto
    Reply 12 novembre 2018

    Buongiorno Doriana,
    grazie per aver condiviso la tua colazione.
    Continua a seguire il mio blog!
    Buona giornata!

    Chiara Rossetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati da *

Rispondi a Doriana Cancella